25 aprile: l’omaggio del Comune alla Liberazione

25 aprile

Festa della Liberazione con commemorazione e omaggi floreali per il Comune di Villa Guardia. Nonostante il previsto meteo avverso non mancheranno i momenti celebrativi solenni per il 25 aprile. “Anche perché è doveroso festeggiare questa giornata che significa il ritorno alla Libertà di un intero popolo, comunque la si pensi dal punto di vista politico”, sottolinea il sindaco Valerio Perroni.

Appuntamento allora alle ore 8 di giovedì 25 aprile, con deposizione di un omaggio floreale sulla tomba di Severino Gaffuri, “sindaco della Liberazione”, presso il cimitero di Civello. Da lì alle 8.30 il secondo momento solenne, alle 8.30, con le corone di fiori al cimitero di Maccio per i partigiani Giovanni Negrini e Giuseppe Frangi. “Il 25 aprile è una data essenziale della nostra storia ed è anche per questa data se oggi ci possiamo sentire liberi”. L’invito all apartecipazione è ovviamente esteso a tutta la collettività.Valerio Perroni

L’anniversario della liberazione d’Italia (anche chiamato festa della Liberazione, anniversario della Resistenza  è una festa nazionale della Repubblica Italiana, un giorno fondamentale per la storia d’Italia e assume un particolare significato politico e militare, in quanto simbolo della vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale a partire dall’8 settembre 1943 contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e contro l’occupazione nazista.

Le pagine di storia locale legate alla conclusione della Seconda guerra mondiale, alla Liberazione e ai primi anni della ricostruzione guidati in municipio proprio da Severino Gaffuri sono raccolte all’interno del volume “1928-2018: un secolo di Villa Guardia. Novant’anni del Comune e non solo”, pubblicato pochi mesi fa in occasione del “compleanno” di Villa Guardia.

Genera PDF e stampa