Nuova Giunta: tutto definito, o quasi…

Con la Festa del Paese, ieri 2 giugno, la nuova Amministrazione comunale prescelta in occasione delle elezioni del 26 maggio ha di fatto iniziato a muovere i primi passi. Bagno di folla per i neoeletti in una giornata che ha portato al Parco comunale migliaia di persone.

Cinzia Sala, per lei potrebbe esserci un ruolo da consigliere comunale con vista sulla Cultura

Intanto sembra ormai pressoché definita la nuova squadra del sindaco Valerio Perroni che andrà a comporre la Giunta per il quinquennio 2019/2024. Nei prossimi giorni ci sarà qualche ritocco qua e là ma sembrerebbe quasi tutto definito. Non mancheranno le novità rispetto a cinque anni fa.

A dispetto di quanto era trapelato inzialmente, ad esempio, pare certa la riconferma del vice sindaco Roberta Briccola che, inizialmente pareva più interessata a rivestire il solo ruolo di capogruppo. L’ex assessore ai Servizi Sociali proseguirà invece nel suo ruolo, cedendo solo la carica di vice sindaco che andrà questa volta in capo al riconfermato (nel ruolo e nella delega) Paolo Veronelli, assessore uscente ai Lavori Pubblici.

Passando invece ai volti nuovi ecco la chiamata all’assessorato all’Istruzione per Giancarla Arrighi. Una delega per certi versi scontata per l’ex insegnante della Primaria, per molti anni operativa anche nel ruolo di capogruppo del corpo docenti della don Milani. Potrebbe essere anche non l’unica delega per la più votata dai cittadini di Villa Guardia. Eventuali risvolti sono attesi nelle prossime ore. Accanto a lei, con ogni probabilità nelle vesti di consigliere comunale con delega alla Cultura, potrebbe operare il braccio destro Cinzia Sala che ha ottenuto il bis della fiducia anche in questa tornata elettorale.

Simone Rabaioli, il più accreditato per ricoprire la carica di assessore con delega allo Sport

Un volto nuovo anche per la delega allo sport, che potrebbe avere in Simone Rabaioli il nuovo assessore. Già membro attivo del Gruppo Sportivo Villa Guardia nella sezione tennis e arrampicata, il giovane “prof” di matematica potrebbe quindi succedere a Roberta Bernasconi, andando a completare una Giunta che sulle prime parrebbe proprio ben assortita.

Nelle prossime ore sono attese conferme o modifiche di configurazione, ma la sensazione è che i giochi siano quasi fatti.

 

Genera PDF e stampa