Maxwell non ce l’ha fatta: fatale il tuffo a Villa Geno per il 2003 del GSV

Non ce l’ha fatta. Il tuffo nel lago di Como per festeggiare la fine della scuola gli è stato fatale. Osei Maxwell, giovane del 2003 residente a Gironico, si è spento nel pomeriggio all’ospedale di Bergamo. La tragedia che ha colpito il giovane di origine ghanese che giocava nella squadra di calcio Allievi del Gruppo Sportivo Villa Guardia si è consumata oggi poco dopo la fine delle lezioni scolastiche (lui frequentava l’Istituto CFP di Monteimpino). Il drammatico set ancora una volta è stato quello di Villa Geno, a Como, un luogo che ha mietuto troppe vittime negli ultimi anni e che ora grida vendetta nei confronti delle autorità comunali che evidentemente non evidenziano abbastanza bene i pericoli di quel luogo, ormai diventato uno dei punti più pericolosi del Lario.

Osei Maxwell, sullo sfondo, festeggia felice la qualificazione alla finalissima del troneo di Albate, che avrebbe dovuto disputare questa sera.

Maxwell avrebbe dovuto giocare questa sera la finale del torneo di Albate (annullata dagli organizzatori in segno di lutto) e Domani quella per il terzo e quarto posto a Vighizzolo (anch’essa annullata). Terminata la scuola, insieme ad una decina di amici e compagni di squadra si erano dati appuntamento a Como dove poi, all’ora di pranzo, hanno imboccato Viale Geno: volevano festeggiare l’inizio delle vacanze estive con un tuffo nel lago. Qualcuno ci aveva già provato anche nelle giornate precedenti. Poco prima di mezzogiorno “Max” ha addirittura chiamato il proprio allenatore per mettersi d’accordo su orario e ritrovo in vista della partitisima. Pochi minuti dopo, però, ecco il tuffo insieme ad altri amici, dal pontile di Villa Geno. Tutti in fila pronti a tuffarsi, uno dietro l’altro, in uno scherzoso “trenino”. Una semplice goliardata insomma, anche per Maxwell che sapeva di non essere un bravo nuotatore.

I compagni di nuotata però si sono subito accorti che qualcosa stava andando storto. Qualcuno ha provato disperatamente a salvare l’amico che, in preda al panico, ha invece finito per inabissarsi sotto gli occhi esterrefatti dei compagni. Immediata la chiamata ai soccorsi e da lì a poco, il tentativo dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco di estrarlo dalle acque del Lago di Como. Le operazioni si sono protratte per oltre trenta minuti. Recuperato il corpo del giovane a quasi 9 metri di profondità, i paramedici hanno subito provato a rianimarlo. Maxwell è stato trasportato all’ospedale Papà Giovanni XIII di Bergamo nel vano tentativo di salvarlo, anche se ormai le sue condizioni erano date per disperate. E nel primo pomeriggio, infatti, il talentuoso difensore tuttofare della formazione 2003 del GSV non ce l’ha fatta.

Sgomento all’interno della squadra Allievi e di tutto il Gruppo Sportivo Villa Guardia che proprio in questo week end si appresta a celebrare la tradizionale due giorni di Festa dello Sport nel parco comunale. “Simpatico, divertente, Max era bravissimo dentro e fuori dal campo”, lo ricordano così i compagni di squadra, in lacrime e distrutti dal dolore, in una giornata che purtroppo non dimenticheranno mai.

Genera PDF e stampa