Premiazioni Lariosport: Eugenio Lamanna cita il GSV e l’ex mister dei “Villans” vince la panchina d’oro

C’era anche un po’ di Villa Guardia nella serata di giovedì 9 luglio dedicata alle premiazioni del portale Lariosport.it, in quel di Cernobbio. La serata di gala, infatti, si è aperta con il portiere del Genoa Eugenio Lamanna (nella foto il primo da sinistra in polo color azzurra), chiamato sul palco a premiare il miglior portiere comasco del calcio dilettantistico, Paolo Di Marco (in forza alla Guanzatese). Il portiere del Grifone, discreto e generoso come sempre, ha raccontato i suoi esordi tra Villa Guardia (dove è nato e cresciuto) e Ardisci e Spera, poi excursus sui tre rigori parati quest’anno a Ljajić, Tevez e Zaza e quindi l’aneddoto di quando, allora 15enne veniva allenato proprio dallo stesso Di Marco, ora da lui premiato. Nell’intreccio romantico della storia di Eugenio non poteva avere uno spazio importante al suo fianco anche Simone Braglia, suo scopritore e pigmalione. E come vuole il ruolo, durante la serata non sono nemmeno mancate le esortazioni di Braglia (ex Como, Genoa, Milan) ad Eugenio, per fare ancora meglio e convincersi fino in fondo che ha talento e quindi quanto di buono fatto lo scorso anno non deve essere interpretato come una casualità.

Seconda perla in tinta biancoblu della serata è stata la premiazione di Antonio Campeglia, cui è stata consegnata la panchina d’oro lariana quale miglior tecnico della stagione 2014/2015. Detto che il tecnico di Montano Lucino ora allena l’Ardita, squadra della città di Como, non va dimenticato però che l’esordio da mister dello stesso Campeglia è stato proprio con i colori sociali del Villa Guardia, allenando dieci anni or sono la gloriosa squadra dei “villans”, la formazione del GSV che militava nel CSI presieduta da Luigi Regazzoni. A consegnare il premio, Alessandro Gini, tecnico di Villa Guardia membro del direttivo della sezione comasca dell’Associazione italiana allenatori calcio (AIAC).

Dulcis in fundo, ecco anche il 1° premio Instagram a Stefano Papale, giocatore del GS Villa Guardia e gestore del Palabar di via Tevere 30, cui è stata consegnata una maxi stampa della sua fotografia scattata in Brasile al Maracanà, postata poi su Instagram con l’hastag Lariosport. Insomma, anche in una serata di gala per tutto il territorio comasco, Villa Guardia ha saputo recitare una parte da protagonista.lariosportivo15_campeglia_big

Tutte le foto dei protagonisti della serata sono pubblicate su Lariosport.it

Genera PDF e stampa