Open day elisoccorso per 500 persone: il bilancio

Oltre 500 persone sabato a Villa Guardia per l’open day dell’Elisoccorso e del 118 di Como. La VI edizione della manifestazione, ormai diventata un appuntamento attesissimo da adulti e bambini, organizzata da Areu Lombardia e Asst Lariana, ha fatto registrare il tutto esaurito. Quattro le visite guidate alla scoperta del complesso mondo del sistema sanitario di emergenza-urgenza a cui hanno contribuito oltre che il personale della Base anche il Soccorso Alpino XIX Delegazione Lariana, Ia Protezione Civile di Como, i Vigili del Fuoco di Como, il personale di Babcock, l’azienda che è incaricata del servizio aeronautico, e una rappresentanza di volontari e mezzi di Cri, Anpas, Faps e Fvs provenienti dalla province di Como, Varese e Lecco. A questi si sono aggiunti gli Operatori Polivalenti di Soccorso in Acqua (OPSA), le unità cinofile della CRI nonché i truccatori della CRI che hanno provveduto a realizzare le simulazioni con finti feriti per illustrare dal vivo tutte le fasi del soccorso. Inoltre, l’evento ha ospitato anche la onlus Salviamocilafaccia, presieduta dal chirurgo maxillo-facciale Andrea di Francesco e impegnata a promuovere l’utilizzo del casco integrale in moto per prevenire i traumi facciali in caso di incidente.
L’iniziativa è stata sostenuta dalla Fondazione Pro Elisoccorso Servizio 118 onlus, dalla Fondazione Volta e da Camst.

La Base di Villa Guardia è sede dell’Elisoccorso e della Soreu (Sala operativa regionale emergenza urgenza) dei Laghi – 118. Nel 2018 la Base ha coordinato 186 mila soccorsi nelle province di Varese, Como e Lecco e gestito una media di 500 chiamate di emergenza sanitaria al giorno.

Nel 2018 gli interventi con l’AW 139 di stanza a Villa Guardia sono stati 1.307, di cui 325 notturni. Da gennaio a settembre di quest’anno ne sono stati effettuati già 1.073, di cui 311 notturni. Ancora una volta i dati confermano il livello di operatività raggiunto anche con il volo notturno che sempre più si sta avvalendo dell’impiego delle cosiddette “operazioni speciali” come l’hovering e manovre con il verricello anche di notte e in luogo impervio in siti non preventivamente censiti e non illuminati. Tale attività è possibile grazie all’utilizzo dei visori notturni, realtà ormai consolidata nella Base di Como dopo oltre tre anni di esperienza.

Media partner della giornata è stato CiaoComo.it, che ha raccontato sul suo canale Facebook i momenti salienti dell’open day. A tutti i partecipanti à stata regalata la seconda edizione del libro “Tra terra e cielo”, scritto dalle giornaliste Francesca Guido e Francesca Indraccolo, realizzato in occasione delle celebrazioni del trentennale dell’Elisoccorso. La ristampa del volume è stata finanziata dalla Fondazione Pro Elisoccorso – Servizio 118 onlus.

“L’open day – sottolinea Maurizio Volontè, responsabile dell’Elisoccorso e del 118 di Como – ancora una volta è stata un’occasione per far conoscere alla popolazione l’organizzazione dei soccorsi sanitari. La sala operativa è il cuore del sistema e si avvale per la sua operatività delle risorse oggi rappresentate a Villa Guardia. Ogni giorno con tutti si lavora in piena sinergia nel rispetto delle competenze, senza dimenticare il ruolo delle istituzioni e delle forze dell’ordine. Un ringraziamento va a tutto il personale della Soreu dei Laghi e delle AAT 118 di Lecco, Como e Varese e a tutti coloro che con la loro fattiva presenza hanno contribuito al successo della manifestazione. E’ sempre bello apprezzare la disponibilità degli operatori e dei volontari che mantengono entusiasmo e motivazione nei confronti di iniziative impegnative in grado, però, di trasmettere la passione per un’attività che vede al centro la persona e il suo bisogno di salute”.

Genera PDF e stampa