Una nuova ordinazione sacerdotale: Maccio di nuovo in festa

Una nuova ordinazione sacerdotale per la parrocchia di Maccio. Sabato, in quel di Bologna, toccherà a Paolo Negrini, o meglio a don Paolo Karol Maria Negrini ricevere l’ordinazione Presbiterale presso il santuario del Sacro Cuore di Bologna.

don Paolo NegriniNato il 15 aprile del 1982, Paolo Negrini è sempre stato attivo nella vita di oratorio, come animatore e come primo storico presidente dell’associazione NOI. Sportivo, studioso, Paolo Negrini si è laureato in Scienze storiche nel 2009 ma già da novembre 2008 era entrato nella Congregazione Salesiana. Dopo i primi due anni di studio nel bresciano e i successivi due a Bologna, Paolo Negrini ha poi iniziato gli studi teologici a Gerusalemme nel settembre del 2014. Il primo settembre 2016 grazie alla professione perpetua è diventato Salesiano di don Bosco e nel giugno del 2017 è diventato Diacono.

Ora per don Paolo ci sarà una nuova tappa fondamentale. Sabato 23 giugno presso il Santuario del Sacro Cuore di Bologna sarà ordinato sacerdote.

“Carissimi parrocchiani – scrive lui – Ci sono doni che hanno la misura del cuore di Dio, l’ampiezza e l’altezza, la profondità del Suo amore. Il dono del sacerdozio, che fra poco riceverò, è per me un dono così: il più bello insieme a quello della vita, uno dei più grandi perché fatto da Lui!”.

I preparativi a Villa Guardia per festeggiarlo a dovere sono già iniziati. Domenica don Paolo sarà infatti a Maccio, atteso alle 10 per celebrare la Prima S. Messa nella parrocchia Santa Maria Assunta che lo ha visto crescere.

“La nostra parrocchia è in festa per un nuovo figlio che diventa sacerdote e che va ad aggiungersi a quella sorprendente squadra di calcio che sono gli 11 preti maccesi viventi – racconta il parroco don Gigi Zuffellato dalle pagine del notiziario parrocchiale – E’ il frutto della Misericordia che il Signore ha riversato su questa parrocchia benedetta oltre al prezioso lavoro dei pastori come don Enrico e don Luigi in primis. Tu Paolo sei il dodicesimo , non come il giocatore di riserva (nessuna sta in panchina nella vigna del SIgnore) ma semmai – stando al numero degli Apostoli – come l’ultimo arrivato, il più piccolo, il più giovane come ordinazione, proprio come il discepolo Giovanni, l’amato dal Signore”.

don Paolo NegriniI preparativi per assistere da vicino all’ordinazione sacerdotole e per festeggiare l’arrivo del prete novello sono già in corso. Mercoledì i ragazzi del Grest saranno in gita e pellegrinaggio a Colle don Bosco (Asti) per visitare i luoghi dell’infanzia di don Bosco e per pregare proprio per don Paolo.  Giovedì 21 il pomeriggio sarà riservato alle confessioni mentre in serate, alle 21, in chiesa, il gruppo Carisma “Christian Music” band terrà un concerto elevazione spirituale concluso da un momento di adorazione eucaristica. Venerdì dalle 17, confessioni e la santa messa delle 20.30 celebrata dal salesiano don Elio Cesari con adorazione eucaristica finale.

Sabato mattina alle 7 la partenza da Villa Guardia in bus per Bologna, con visita al Santuario della Madonna di S.Luca e il pranzo al sacco. Alle 15.30, poi, l’ordinazione sacerdotale e il rinfresco successivo.

Domenica 24 giugno alle 9.30 amici e parrocchiani si raduneranno presso l’abotazione di don Paolo, in via Cervino 2/B per accompagnarlo con un festoso corteo verso la chiesa parrocchiale. Alle 10 l’accoglienza in piazza, con la benedizione della patena e del calice e quindi l’ingresso solenne in chiesa per la Prima Messa. Al termine, festa e aperitivo per tutti presso l’adiacente sede degli Alpini, nel parco di Villa Natta. Alle 12.30 seguirà poi il pranzo nel parco dell’oratorio e il taglio della torta, previsto epr le 15, momento comunitario che vuole coinvolgere tutti i cittadini di Villa Guardia. Il pomeriggio proseguirà poi con sketch teatrali, giochi e sorprese per il novello sacerdote. Alle 20.30, infine, una processione solenne dall’abitazione di don Paolo sino all’Oratorio sul tema “I pilastri della spiritualità di don Bosco: Ragione, Religione, Amorevolezza, Missione, Giovani”. Lunedì 25 giugno, alle 20.30, don Paolo Negrini celebrerà poi la conclusiva messa di ringraziamento.

Genera PDF e stampa