“Sguardi”: una serata per dire no alla violenza sulle donne

Si chiama “Sguardi” ed un titolo che calza a pennello quello scelto per identificare l’evento di sabato 25 novembre, quando a partire dalle 18, presso la Scuola di Musica di via Europa Unita, si alterneranno momenti di riflessione, informazione, musica, arte e letteratura dedicati alla “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne”. In un clima informale e di amicizia si susseguiranno interessanti incontri tutti rivolti alla sensibilizzazione sul sempre attuale tema e a valorizzare quell’universo femminile troppo spesso calpestato.

Locandina SguardiEcco i contenuti della giornata organizzata dall’Associazione genitori insieme all’assessorato ai Servizi sociali del comune di Villa Guardia in collaborazione con Scuola di Musica, Pro Loco e WiWs , il cui ingresso è libero e aperto a tutti:

• RACCONTIAMO PER CAMBIARE IL MONDO (dalle 18:00)

#NoiCiSiamoScocciate – Veronica Cortinovis, psicologa, vicepresidente della Women in White – Society (WiWs) di Como ci accompagna in una riflessione sulla comunicazione sessista, introducendo la campagna #IoNonCiSto, cui si potrà partecipare con uno scatto fotografico collettivo. Provocatorio, con brio!

La sposa del lago – Rita Bonfanti, villaguardiese al debutto editoriale, presenta l’incredibile storia vera della bisnonna Cecilia, accompagnata al violino dal figlio Martino Grosa. Introduce Paola Minussi, musicista e presidente WiWs.

Tra ricerca d’archivio e memoria familiare, un viaggio nel tempo e nello spazio, per ritrovare le fila di una narrazione che renda giustizia ai fatti della vita. Sulla sfondo, le sponde di un Lago di Como affascinante e infido, ad un tempo.
Copie firmate del libro, finalista al Premio Città di Como, a disposizione degli interessati.

APERICENA – La serata è articolata in due spazi e in due momenti distinti, intervallati dall’apericena offerto dall’amministrazione e realizzato dalla ProLoco. Con un allestimento scenografico inusuale, l’atrio della Scuola di Musica accoglierà sia un piccolo anfiteatro per le presentazioni, sia un salotto informale ove confrontarsi e rifocillarsi. Tra gli altri, un Posto Occupato, dedicato alla memoria delle vittime della violenza sulle donne.

• SCELTE POSSIBILI (dalle 20:30)

La ricetta – un racconto feroce di Annalisa Strada prende corpo e voce grazie alla performance dell’attrice Carla Giovannone, in dialogo con le musiche di Fausto Tagliabue. Per riflettere sulle ragioni e i confini dell’amore. Quando e se lo si può chiamare tale!

Le voci delle donne – quattro interventi musicali cantati da Gabriella Foti, Michela Morandi, Michela Magni ed Erica Molteni, allieve della Scuola di Musica che ospita l’evento, accompagnate dal pianoforte di Vittorio Iannaco.

Danzare la rinascita – esposizione delle opere di Alle Bonicalzi (fotografa): alcuni trittici realizzati in light painting affrontano il tema del ‘destino’ femminile, provando a scardinare l’idea della vittima, in favore di una rinascita. Danzante.

SALOTTO INFORMALE – A chiusura della serata, libera conversazione con tisane e biscotti (gentilmente offerti da commercianti locali).

 

Genera PDF e stampa